Qualifica professionale Istat - PMI Servizi Associati

  • 8 Marzo 2019
  • Nessun commento

Con messaggio n. 208/2019, l’Inps ha riepilogato le norme che consentono di individuare: 1) le attività “gravose”, utili all’accesso all’APE sociale (anticipopensionistico) e al pensionamento anticipato per i lavoratori precoci; 2) le condizioni di esclusione del requisito anagrafico per l’accesso alla pensione di vecchiaia e del requisito contributivo per l’accesso a quella anticipata (nello specifico, l’esclusione dell’adeguamento alla speranza di vita per i dipendenti che svolgono particolari attività da almeno 7 anni negli ultimi 10 anni di lavoro). Per identificare le attività realmente esercitate dai lavoratori, l’Inps ha integrato il flusso Uniemens con un nuovo elemento denominato “qualProf” da valorizzare, a partire dalla denuncia del mese di febbraio 2019, con la qualifica professionale Istat (CP2001) corrispondente alle mansioni effettivamente svolte nel mese.