Reddito di cittadinanza: gli incentivi - PMI Servizi Associati

  • 5 Aprile 2019
  • Nessun commento

Al datore di lavoro che assume lavoratori beneficiari del reddito di cittadinanza a tempo pieno e indeterminato (compreso il contratto di apprendistato), spetta l’esonero dal versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali a suo carico dell’azienda, nella misura del reddito di cittadinanza percepito dal prestatore di lavoro, per la differenza tra 18 mensilità e quelle già godute dal lavoratore. Non sono compresi i premi dovuti all’INAIL. L’importo mensile da tenere in considerazione per il calcolo non può essere superiore a 780 euro, ed il beneficio per il datore di lavoro non è inferiore a 5 mensilità.

Per ogni specifica in merito al tema “Reddito di cittadinanza”, si rinvia alla nostra precedente news del 23 gennaio 2019.

Si precisa che i nostri Consulenti sono a Vostra disposizione per ulteriori chiarimenti in materia.