Lavoro usurante notturno - PMI Servizi Associati

  • 11 Marzo 2019
  • Nessun commento

L’art. 5, comma 1, del d.lgs. n. 67/2011 – recante «Accesso anticipato al pensionamento per gli addetti alle lavorazioni particolarmente faticose e pesanti» – impone al datore di lavoro di comunicare all’Ispettorato Territoriale del Lavoro e all’INPS lo svolgimento, in maniera continuativa o periodica, di attività di lavoro notturno, così come definito dalla stessa normativa di legge.

Con riferimento al lavoro notturno svolto nell’anno 2018, rammentiamo che la predetta comunicazione deve essere effettuata – in via telematica, tramite la compilazione del modello LAVUS – entro il 31 marzo 2019.

L’omessa comunicazione è punita con la sanzione amministrativa da 500 a 1500 euro.

Per gli aspetti tecnici e ogni ulteriore approfondimento in materia i nostri consulenti sono a vostra disposizione.