DEPOSITO CCNL: NOVITA' PROCEDURALI - PMI Servizi Associati

  • 12 Luglio 2019
  • Nessun commento

Il Ministero del Lavoro ha aggiornato il software che serve per il deposito dei contratti collettivi.

Si tratta di una procedura obbligatoria per le aziende al fine di poter ottenere numerose agevolazioni di carattere fiscale e contributivo(le due agevolazioni più utilizzate sono quelle relative alla detassazione dei premi di produttività ed il credito d’imposta per la formazione legata ad industria 4.0). Sulla base infatti del disposto dell’art. 14 del D.lgs n. 151/2015, le agevolazioni fiscali e contributive legate alla stipula di contratti collettivi aziendali o territoriali vengono riconosciute alle aziende, a condizione che tali accordi vengano depositati per via telematica accedendo al portale “Cliclavoro” (www.cliclavoro.gov.it).

Le novità introdotte dal 17 luglio 2019 sono due.

  • La prima è rappresentata dalla possibilità di depositare anche contratti di primo livello (quindi contratti territoriali).
  • La seconda novità consiste in una semplificazione per aziende ed operatori. Infatti mentre ora, al momento del deposito, si deve preventivamente scegliere la tipologia di agevolazione per cui si effettua l’operazione (es: detassazione dei premi di produttività), dal 17 luglio si potrà trasmettere il file in formato pdf contenente il contratto siglato e si potrà specificare la tipologia di agevolazione anche successivamente.

Ricordiamo comunque che il deposito dell’accordo sul portale “Cliclavoro” deve necessariamente essere effettuato entro n. 30 giorni dalla sottoscrizione, unitamente alla dichiarazione di conformità dell’accordo alle disposizioni dello stesso decreto 151/2015.