CCNL GRAFICA INDUSTRIA: SANITA' INTEGRATIVA - PMI Servizi Associati

  • 20 Luglio 2019
  • Nessun commento

Con il ccnl del 16 ottobre 2014 Assografici, Aie, Anes, unitamente alle OO.SS Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil, hanno dato vita al fondo di assistenza sanitaria integrativa “Salute Sempre”. Sono automaticamente iscritti al Fondo i lavoratori a tempo indeterminato delle aziende applicanti il ccnl Grafica Industria. Sono invece escluse dall’obbligo contrattuale di iscrizione dei dipendenti (e dal relativo versamento al Fondo) le aziende che hanno forme di prevenzione e/o di assistenza sanitaria integrativa a favore della generalità dei lavoratori o di alcune categorie di dipendenti, complessivamente equivalenti a quelle erogate dal Fondo (nel caso in cui le forme di assistenza sanitaria integrativa riguardassero solo alcune categorie di lavoratori, l’esclusione dall’obbligo di iscrizione riguarda unicamente queste categorie di lavoratori).

Le aziende che omettono di versare il contributo fissato (€ 120 annui) dovranno alternativamente:

  • erogare al lavoratore una quota di retribuzione mensile pari a 25 euro lordi per 12 mensilità avente incidenza sul trattamento di fine rapporto;
  • assicurare ai lavoratori interessati prestazioni sanitarie complessivamente equivalenti a quelle gestite dal Fondo, con oneri a totale carico delle aziende.

Essendo il ccnl scaduto il 31-12-2015 ed essendo lo stesso applicato in regime provvisorio, le Parti stipulanti si sono più volte incontrate ed hanno deciso che il contributo al Fondo (che inizialmente era stato fissato per il 70% a carico azienda e per il 30% a carico lavoratore) sia versato a totale carico dell’azienda.

L’ultimo accordo siglato dalle Parti stipulanti è dell’11 luglio 2019. In tale sede le Parti hanno concordato di prorogare l’iscrizione automatica al Fondo di tutti i lavoratori con contratto a tempo indeterminato. Si è pertanto deciso l’ulteriore proroga di detta iscrizione dal 01-07-2019 e fino al 31-12-2019, convenendo che i relativi valori e quelli di eventuali nuovi prolungamenti, saranno ritenuti parte integrante dei miglioramenti economici che dovessero discendere dal rinnovo del ccnl.

Per il suddetto periodo pertanto (1° luglio 2019-31 dicembre 2019), le aziende, in aggiunta al contributo di propria competenza, continueranno anche a farsi carico del pagamento della quota del contributo del 30% a carico del lavoratore.